martedì 12 novembre 2013

Le uscite di novembre da tenere d'occhio

Image and video hosting by TinyPic

Arrivo in ritardo, questo mese, a proporre il mio post con le ultime (e prossime) uscite che mi piacciono, quelle che comprerei se potessi comprare tutti i libri che voglio, che consiglierei a chi ha soldi da spendere e spandere in libreria.
In realtà non ci sono tutti quelli di cui avrei voluto parlarvi: di alcuni non ho scovato la data di uscita e non vorrei che la pubblicazione venisse rinviata al mese prossimo, perciò per ora non ne parlo, e poi di uno in particolare non dico nulla perché sarei davvero troppo scontata. (ok, è Il Richiamo del cuculo, ma vi pare che lo inserisco in un post con mille altre uscite, proprio ora che ho terminato quella meraviglia del Seggio vacante e che ho confermato quanto la Rowling sia eccezionale?? No, non posso parlarne, fingerò seraficamente di ignorarne l'esistenza, e di non sapere che è uscito esattamente otto giorni fa e che ogni giorno che passa mi trattengo dal comprarlo. Oddio in realtà sul libraccio ho già un ordine in corso con il libro, a metà prezzo, ma finché non risulta "pronto" non ci credo. Il libraccio ha sempre giocato a illudermi...)
Ma pensiamo alle cose concrete: i libri qui sotto.
Innanzitutto c'è il terzo volume della trilogia L'amica geniale, di quella che ora definirei fantomatica scrittrice Elena Ferrante. Si comincia a vociferare che dietro il suo volto si nasconda addirittura Domenico Starnone, la qual cosa a me non sta affatto bene, ma visto che qui non stiamo a polemizzare o a fare denunce di cui non sappiamo nulla, ignoriamo la cosa (per chi volesse approfondire, c'è questo link che ne parla dettagliatamente: Starnone-Ferrante). Parlando del libro, io ho letto solo il primo e l'ho trovato intenso, vero e così dannatamente capace di raccontare il mondo femminile che non riesco a credere che possa davvero averlo scritto un uomo. Ma vabbé. Il primo volume ha un finale apertissimo, di quelli che il lettore resta a bocca aperta e pure asciutta e avverte il bisogno di continuare immediatamente la storia. Non avevo il secondo, sapevo che sarebbe uscito a breve il terzo, e ora vorrei leggerli tutti e tre senza soluzione di continuità, in modo da godermeli davvero a pieno.
Ci sono poi i soliti volumi che prenderei a occhi chiusi: i due Neri Pozza, tanto per cambiare. Uno dei due, La figlia del boia e il monaco nero, è il seguito di un romanzo uscito l'anno scorso dal titolo La figlia del boia, romanzo che puntualmente ho comprato e mai letto. Ora sarebbe l'occasione giusta per iniziarlo e poi buttarmi subito sul secondo. L'istituto di bellezza Margaret Thatcher mi incuriosisce molto per il titolo ma non ho trovato molte informazioni al riguardo in giro. Della stessa autrice, Marsha Mehran, la Neri Pozza ha già pubblicato altri romanzi che hanno anche riscosso un discreto interesse di pubblico. Ho un suo romanzo a casa, Caffè Babilonia, ancora tra i non letti. (Ecco, se vi chiedete quanti sono i miei non letti, visto che li tiro in ballo continuamente... no, non chiedetevelo e non chiedetemelo. Ci sono cose che è meglio non sapere).
Un libro stupendevole che continuerò a desiderare con la stessa intensità fin quando non lo avrò è Curarsi con i libri - Rimedi letterari per ogni malanno. L'altro giorno ero in libreria, ho iniziato a sfogliare quelle pagine di geniali malanni e pensato che quel libro meritasse un posto d'onore nella libreria di ogni lettore. Una sorta di "libro delle risposte" in cui le risposte sono dei libri. Ok, magari la mia descrizione è davvero triste e rende poco lo splendore di queste pagine, perciò magari recatevi in libreria, sfogliatelo e amatelo a parole vostre.
Vanessa e Virginia è la storia di due sorelle: una pittrice, Vanessa Bell, e sua sorella scrittrice, Virginia Woolf. Devo aggiungere altro? A me è bastato conoscere l'identità delle protagoniste per interessarmi al romanzo. E spero che qualcuno lo legga prima di me e si affretti a dirmi se valga o meno l'acquisto ;)
Le vite impossibili di Greta Wells e Non è subito sera sono due titoli che, seppur lontani in tutto, li associo mentalmente. L'ultimo racconta come sarebbe stata la vita di una bambina se non fosse morta. Tutto ciò che avrebbe potuto fare, tutto ciò che avrebbe potuto vivere. Il romanzo sembra incentrarsi su quella vita mancata. Il primo titolo racconta le esistenze che Greta si ritrova a vivere dopo l'inizio di un trattamento psichiatrico. Qual è la sua vera vita?
Entrambi sono incentrati sulle vite che potrebbero essere ma non sono, entrambi su due donne non troppo fortunate. Entrambi li trovo interessanti e originali.
Di Villette della Bronte c'è poco da dire: essendo ormai fuori catalogo, cercavo questo romanzo tra bancarelle e mercatini e non l'ho mai trovato. Finalmente la Fazi lo pubblica e per averlo non dovrò più sperare nella fortuna ma mi basterà entrare in una qualsiasi libreria. È un classico, quindi devo averlo. La mia libreria funziona così: più classici riesce a contenere, più è felice.
Un'attenzione particolare merita Swinging Christmas: molti di voi conosceranno il mio amore sconfinato per il disegnatore Benjamin Lacombe. O forse non ne avevate idea, ora lo sapete - e sapete anche che la cosa non vi cambierà la vita. Ogni nuova pubblicazione è gioia per i miei occhi: poco mi frega se ci siano parole di accompagnamento (che profondità di pensiero, eh?), i suoi disegni parlano, raccontano, cantano. Sono la perfezione. Swinging Christmas sarà accompagnato anche da un cd e... che meraviglia!
Spendo un paio di parole anche per la graphic novel Emma, il terzo volume delle Grandi opere a fumetti che la Marvel sta pubblicando. Orgoglio e Pregiudizio e Ragione e sentimento sono entrambi delle perle. I disegnatori di queste graphic novel cambiano di volta in volta. Il primo non mi aveva convinta, il secondo era più nelle mie corde e ora sono curiosa di scoprire com'è la matita di quest'ultima, una donna. Non so se la cover sia sua, e non ho ancora capito se lo stile mi piaccia o meno. Dovrò vederlo dal vivo per poter valutare.
Infine, una veloce carrellata sugli altri volumi qui presentati:
- L'eco delle città vuote deve necessariamente essere presente nella lista dei libri che mi hanno colpita. Non ho letto molti libri pubblicati dalla SixtysixthandSecond Editore ma quei pochi si sono tutti rivelati dei gran romanzi. Dei piccoli capolavori. La trama non rende mai la bellezza stilistica e contenutistica di queste pubblicazioni, a volte può apparire troppo semplice. Non fatevi ingannare: nasconde sempre un romanzo delicato e perfetto. E L'eco delle città vuote mi suona decisamente bene.
- La piccola mercante di sogni è qui per la trama sognante e fantastica. Non ho mai letto nulla di Fermine, ma ne ho sentito parlar bene da alcuni lettori di cui mi fido, e questa storia sembra una di quelle perfette per i più giovani ma che alla mia età sono un toccasana. Non so se prenderò questo romanzo, so però che mi ha dato voglia di provare a leggere qualcosa di questo autore. Suggerimenti??
- Dieci minuti, di Chiara Gamberale, l'ho inserito perché l'idea è di quelle furbe, semplici e che attirano con un niente. Un libro che punta sul cambiamento, sul rinascere, sul provarci dieci minuti alla volta. Non so a voi ma a me l'idea sembra davvero di quelle che vogliono fregare il lettore giocando sui sentimentalismi. Il fatto è che non ho mai letto nulla della Gamberale (e sì, ho tutti i suoi romanzi a casa, nel solito settore dei mai sfogliati) perciò non so se ha preso questa idea per vendere e approfittarne dell'ingenuità di chi leggerebbe qualsiasi cosa da lei scritto - soprattutto di questo tenore - o se l'autrice è onesta e ha scritto queste pagine prima per sé e poi per gli altri. Da valutare, insomma;
- Il libro sulle avventure di Sherlock Holmes, bé, l'ho scelto perché ha una trama improbabile ed è uno che reca in sé il marchio della casa editrice che lo pubblica. Un libro strambo che non può passare inosservato, almeno ai miei occhi. La Marcos y marcos mi fa impazzire con queste sue uscite fuori dall'ordinario;
- Un altro mondo... non so bene cosa mi abbia attirata di questo romanzo. Ormai io e il fantasy - e i suoi derivati - abbiamo rotto. Non ci sopportiamo più. Ma ogni tanto avverto qualcosa che forse è nostalgia del passato, una nostalgia che non necessariamente si traduce poi in amore. Perciò ci riprovo ma non va mai bene. Forse siamo cresciuti e non siamo più fatti per stare insieme. Ma ogni tanto me ne dimentico e ci ricasco. E stavolta ci voglio cascare proprio con questa storia, vincitrice di vari premi fantasy come miglior romanzo... vedremo!

Come al solito parlo tanto o forse troppo, ma non posso buttare i libri qui nel blog così, alla rinfusa. Ho bisogno di accompagnarli con una vagonata di chiacchiere. Ormai pubblico post così raramente, che poi quando lo faccio per forza di cose devo essere logorroica.
Vabbé, dai, per ora è tutto.
O almeno credo.


E non è subito sera
Jenny Erpenbeck
La storia inizia in Galizia, ai primi del Novecento. Una giovane coppia ha appena perso la propria bambina di poche settimane. Cosa le sarebbe successo se la sua vita non si fosse interrotta? Quale destino le sarebbe toccato? Dopo un brevissimo intermezzo si ottiene la risposta e la bambina è ora una diciottenne innamorata nella Vienna di inizio secolo. E se lei non fosse morta tragicamente quante altre esperienze avrebbe vissuto? Sarebbe per esempio potuta scappare a Mosca in fuga dalle persecuzioni naziste e, se lì non fosse stata eliminata nelle grandi purghe, sarebbe potuta diventare un'affermata scrittrice glorificata dalla Ddr. E forse se non fosse caduta dalle scale, avrebbe potuto assistere quasi novantenne alla caduta del Muro e spegnersi, questa volta irrevocabilmente, in una casa di riposo berlinese.
Edizioni Feltrinelli-Indies. €15,00. 6 novembre

Storia di chi fugge e di chi resta (terzo volume de L'amica geniale)
Elena Ferrante
Elena e Lila, le due amiche la cui storia i lettori hanno imparato a conoscere attraverso L'amica geniale e Storia del nuovo cognome, sono diventate donne. Lo sono diventate molto presto: Lila si è sposata a sedici anni, ha un figlio piccolo, ha lasciato il marito e l'agiatezza, lavora come operaia in condizioni durissime; Elena è andata via dal rione, ha studiato alla Normale di Pisa e ha pubblicato un romanzo di successo che le ha aperto le porte di un mondo benestante e colto. Ambedue hanno provato a forzare le barriere che le volevano chiuse in un destino di miseria, ignoranza e sottomissione. Ora navigano, con i ritmi travolgenti a cui Elena Ferrante ci ha abituati, nel grande mare aperto degli anni Settanta, uno scenario di speranze e incertezze, di tensioni e sfide fino ad allora impensabili, sempre unite da un legame fortissimo, ambivalente, a volte sotterraneo a volte riemergente in esplosioni violente o in incontri che aprono prospettive inattese.
Edizioni EO. €19,50. 6 novembre

Villette
Charlotte Bronte
Quando Lucy Snowe ottiene il posto di istitutrice in un collegio femminile in Belgio, per la prima volta la fortuna sembra sorriderle. Orfana e indigente, timida e sgraziata, per la ragazza quel trasferimento oltremanica è l’occasione per lasciarsi i grigi sobborghi inglesi alle spalle e ricominciare da zero. Ma iniziare una nuova vita non è un’impresa da poco: arrivata a Villette – città immaginaria plasmata da Charlotte Brontë sul modello di Bruxelles –, in un ambiente che le è estraneo, senza parenti né amici, Lucy ci mette del tempo a superare l’iniziale spaesamento e a prendere in mano le redini della propria esistenza. Grazie alla propria forza di carattere, la giovane riesce a guadagnarsi la stima dell’autoritaria direttrice del collegio, Madame Beck, e a entrare in confidenza con suo cugino, il professor Paul Emanuel, un uomo gentile e brillante ma poco portato per la vita mondana a causa del suo temperamento focoso. E proprio nel momento in cui tra i due sembra essere scoccata la scintilla di un’intensa e tormentata storia d’amore, arriva a Villette John Bretton, affascinante amico d’infanzia di Lucy, che costringerà la ragazza a fare i conti con i dubbi e le scelte che s’impongono a ciascuno di noi quando cerca il proprio posto nel mondo.
Edizioni Fazi. €14,90. 7 novembre


Curarsi con i libri
Ella Berthoud, Susan Elderkin
Si può curare il cuore spezzato con Emily Brontë e il mal d’amore con Fenoglio, l’arroganza con Jane Austen e il mal di testa con Hemingway, l’impotenza con Il bell’Antonio di Vitaliano Brancati, i reumatismi con il Marcovaldo di Italo Calvino, o invece ci si può concedere un massaggio con Murakami e scoprire il romanzo perfetto per alleviare la solitudine o un forte tonico letterario per rinvigorire lo spirito. Questo suggeriscono le ricette di un libro di medicina molto speciale, un vero e proprio breviario di terapie romanzesche, antibiotici narrativi, medicamenti di carta e inchiostro, ideato e scritto da due argute e coltissime autrici inglesi e adattato per l’Italia da Fabio Stassi, autore de L’ultimo ballo di Charlot. Se letto nel momento giusto un romanzo può davvero cambiarci la vita, e questo prontuario è una celebrazione del potere curativo della letteratura di ogni tempo e paese, dai classici ai contemporanei, dai romanzi famosissimi ai libri più rari e di culto, di ogni genere e ambizione. Queste ricette per l’anima e il corpo, scritte con passione, autorevolezza ed elegante umorismo, propongono un libro e un autore a rimedio di ogni nostro malanno, che si tratti di raffreddore o influenza, di un dito del piede annerito da un calcio maldestro o di un severo caso di malinconia. Le prescrizioni raccontano le vicende e i personaggi di innumerevoli opere, svelano aneddoti, tratteggiano biografie di scrittori illustri e misconosciuti, in un invito ad amare la letteratura che ha la convinzione di poter curare con efficacia ogni nostro acciacco. Non mancano consigli per guarire le idiosincrasie tipiche della lettura, come il sentirsi sopraffatti dal numero infinito di volumi che ci opprimono da ogni scaffale e libreria, o il vizio apparentemente insanabile di lasciare un romanzo a metà.
Edizioni Sellerio. €18,00. 7 novembre


Vanessa e Virginia
Susan Sellers
Vanessa e Virginia è la storia di due donne: la celebre scrittrice Virginia Woolf, autrice di capolavori come Gita al faro e La signora Dalloway, e sua sorella Vanessa Bell, pittrice. Cresciute nel perbenismo vittoriano di una famiglia borghese di Londra, le due sorelle lottarono fin dalla gioventù per liberarsene, seguendo ciascuna la propria vocazione artistica; all’inizio del Novecento, intorno a loro si raccolse il famoso «Circolo di Bloomsbury», un gruppo di intellettuali e artisti che avrebbe influenzato radicalmente la cultura inglese ed europea. Il romanzo, narrato dalla voce di Vanessa e strutturato per capitoli che fotografano diversi momenti nella vita delle due sorelle, ripercorre il loro rapporto, segnato da complicità, gelosia, competizione, reciproci tradimenti e inestirpabile affetto. Dai giochi dell’infanzia ai primi esperimenti creativi, a un’età adulta segnata da matrimoni, amanti e figli, lutti dolorosi, successi e fallimenti – fino, nel caso di Virginia, alla depressione e al suicidio – veniamo trasportati in un mondo complesso e affascinante che Vanessa, in quanto pittrice, racconta con un occhio particolare per le luci, i colori, le immagini, mettendoci a volte davanti a quelli che sembrano veri e propri quadri di vibrante intensità. Susan Sellers, che studia e cura da anni l’opera della Woolf, ha saputo creare un ritratto accuratissimo della grande scrittrice e del suo ambiente, ma al tempo stesso la storia commovente e universale di due donne separate e unite dalla forza straordinaria della loro personalità.
Edizioni Beat. €12,90. 13 novembre

Swinging Christmas
Benjamin Lacombe
Il piccolo Robin è un ragazzino sveglio ma un po’ scansafatiche. Un giorno conosce un vecchio eremita, strano e saggio, con una casa piena di libri e tanti ricordi e storie da raccontare, come quella di Sol, meravigliosa cantante jazz. Tra atmosfere innevate e ritmi swing un libro natalizio sull’amore, l’amicizia e la passione per i libri e la lettura. Benjamin Lacombe con il suo solito stile elegante firma un album sofisticato, sontuosamente illustrato a tecnica mista con gouache e pittura a olio. A corredo un cd audio con 5 bellissimi pezzi jazz classici interpretati con grande personalità da Olivia Ruiz e da una band di 25 elementi.
Edizioni Rizzoli. €25,00. 13 novembre


L'eco delle città vuote
Madeleine Thien
Janie è arrivata in Canada a dodici anni. Ha abbandonato un’anima, come ci si libera di un vecchio abito, ed è andata avanti: l’adolescenza con la madre adottiva, gli studi in Elettrofisiologia, e poi l’incontro con Navin, il marito, e la nascita di Kiri. I genitori e Sopham, il fratello minore, li ha seppelliti insieme alla sua vecchia identità, la bambina che i khmer rossi chiamavano Mei. E con loro Phnom Phen, «la città alla confluenza dei fiumi» con i suoi templi luccicanti, una città vuota dopo il 17 aprile 1975, congelata nel tempo dall’assenza di vita; i campi di lavoro, dove l’Angkar li aveva confinati, l’interminabile traversata via mare verso la Malesia e l’istante fatale in cui la sua mano ha lasciato quella di Sopham, per sempre. Ma le innumerevoli anime che un uomo si porta dentro, il pralung, talvolta possono rientrare da una finestra aperta, possono essere restituite al legittimo proprietario, e quando Hiroji – il collega, l’amico – le chiede di aiutarlo a ritrovare James, il fratello scomparso in Indocina mentre infuriava la guerra, per Janie arriva il momento di riappropriarsi di una parte di sé. L’eco delle città vuote è l’emozionante racconto di una spietata dittatura vista dagli occhi di una bambina, e una ricognizione assolutamente perfetta di una mente che lotta con la propria memoria, con la perdita e con gli orrori della guerra.
Edizioni 66thand2nd. €16,00. 14 novembre


Istituto di bellezza Margaret Thatcher
Marsha Mehran
Lungo l’avenida de Florida di Buenos Aires, tra i palazzi che costeggiano la strada, l’Anna Karenina non passa certo inosservato. Progettato da un parigino accanito bevitore di assenzio, un bon vivant di epica cupidigia, coi suoi marmi e le sue vetrate, fa bella mostra di sé dalla fine dell’Ottocento. Al quinto piano dell’edificio, sotto il cielo che brilla attraverso la cupola di vetro costruita come una guglia nel lucernario, vive una singolare comunità di espatriati iraniani. Il Capitano Soheil Bahrami, innanzi tutto, un uomo che ha sopportato quasi trent’anni di carcere in Iran. Mille storie edificanti gli hanno attraversato le vene come un’onda increspata, eppure l’atmosfera che regna all’avenida de Florida riesce ancora a fare breccia nel suo cuore. Nell’appartamento accanto al suo, nel soggiorno in cui ogni angolo contiene una preziosa rarità, tutte le mattine, poco prima dell’alba, Haji Khanoum lascia andare il suo io eseguendo la danza rotante appresa dal Grande Amore della sua vita. Poco più in là Homa e Reza Sookoor, che sbarcano ogni giorno il lunario dietro una bancarella al mercato, dipingono le loro splendide miniature. Più in là ancora Houshang Behmaniam, lo studente rivoluzionario proveniente dal Nord dell’Iran, recita i versi del Giardino delle rose di Saadi; e Parastoo Etemadi, apprendista nel salone di bellezza di Zadi, ripete a memoria le poesie di Hafez e Rumi udite per la prima volta nella bottega di sarto del padre. Infine, sul lato del corridoio opposto all’appartamento del Capitano, Zadi Heirati conduce il suo rinomato salone di bellezza, dove offre alle numerose clienti i segreti appresi nell’hammam del viale dei Pioppi, uno dei più antichi ed eleganti di Teheran: ventimila metri quadrati di terra rigogliosa con stanze che si aprivano una nell’altra a ogni angolo. Quando fuori dalla cupola di vetro scende la sera, il Capitano e gli inquilini del quinto piano si radunano tutti intorno al tappeto di Zadi, l’aria ancora impregnata delle foglie di henné schiacciate e ridotte in polvere. Il Capitano dà inizio all’incontro con il dhikr del Corano, e gli inquilini recitano a turno i versi preferiti della grande tradizione poetica persiana. E così, tra amori segreti, confessioni e ricordi struggenti, mentre l’Inghilterra di Margaret Thatcher dichiara guerra all’Argentina per le Falkland, gli abitanti dell’Anna Karenina riannodano il filo perduto del loro mondo. Con una trama avvincente e una scrittura che mescola culture e mondi lontani, Marsha Mehran, l’autrice di Caffè Babilonia, costruisce un collage di storie armonioso e toccante e si conferma una delle voci più interessanti del panorama letterario contemporaneo.
Edizioni Neri Pozza. €16,50. 14 novembre


La figlia del boia e il monaco nero
Oliver Pötzsch
Cover non definitiva
 Schongau, Baviera, inverno 1660. Il giovane medico Simon Fronwieser viene chiamato alla chiesa di San Lorenzo per soccorrere il parroco, colto da un malore. Al suo arrivo, però, il sacerdote è già morto. Alcune circostanze sospette convincono Simon a chiamare l’amico e boia Kuisl, che intuisce immediatamente che la morte è stata causata da un veleno. Si apre così per i due investigatori improvvisati un nuovo caso da risolvere. Compiute le prime indagini, Kuisl – aiutato dalla figlia Magdalena, da Simon e dalla sorella del parroco defunto, Benedikta – capisce che il prete era sulle tracce di un famoso tesoro che, dopo lo scioglimento dell’ordine dei Templari, era stato nascosto lì in Baviera. Purtroppo, Kuisl non è il solo a dargli la caccia: una confraternita di domenicani disposti a tutto gli sta alle calcagna. Mentre Simon e Benedikta risolvono enigmi su enigmi e scoprono che il tesoro dei Templari si trova nella cappella di San Giovanni, nel monastero di SteingadenKuisl deve abbandonare le indagini per occuparsi della figlia Magdalena, rapita e rinchiusa in una torre dai monaci, e per sgominare una banda di briganti che sta assalendo i villaggi della zona, portando ovunque terrore e malattie. E mentre i nostri scoprono che nello scrigno del tesoro non sono contenuti né oro né gioielli, ma un pezzo della vera croce di Cristo, un misterioso incendio divampa nel monastero: Kuisl, Simon e Magdalena riescono a mettersi in salvo, ma di Benedikta – che il boia ha scoperto essere un brigante sotto mentite spoglie – non c’è nessuna traccia. Dopo l’enorme successo de La figlia del boia, Oliver Pötzsch prosegue la saga storica di Kuisl e mette in scena un thriller storico ricco di colpi di scena, impreziosito da uno stile avvincente e una trama perfetta, che non affronta soltanto il topos classico della ricerca del tesoro dei Templari, ma riflette anche con intelligenza e originalità sul fanatismo e l’avidità di alcuni rami della Chiesa. Tra omicidi irrisolti, bande di briganti e complotti orditi da monaci segreti, un viaggio appassionante e originale sulle tracce del tesoro dei Templari. Con un protagonista memorabile, impavido e generoso, che è già diventato un cult: il boia Kuisl. Un thriller storico ricco di dettagli sul tessuto sociale e sulla struttura del potere politico della Baviera del 1600, che non disdegna critiche a una Chiesa troppo avida e opulenta.
Edizioni Neri Pozza. €18,00. 14 novembre

Un altro mondo
Jo Walton
Cresciuta con una madre folle che pratica la magia, Morwenna – Mori – Phelps trova rifugio in due mondi: quello degli spiriti che abitano le aree industriali incustodite della sua città natale nel Galles, e quello dei romanzi di fantascienza, suoi fedeli compagni, grazie ai quali la sua mente divaga spensierata. Quando la madre, per ragioni misteriose, turba il suo intimo equilibrio provando a corrompere gli spiriti per fini oscuri, Mori non può che agire di conseguenza. Il conflitto tra madre e figlia, in cui verranno coinvolti anche gli spiriti magici, porterà al verificarsi di un terribile incidente stradale che costerà la vita alla sorella gemella di Mori e a lei stessa gravissime fratture condizionanti la sua capacità deambulatoria. Per difendersi dalla forza negativa della madre, Mori va a stare dal nonno finché questi non si ammala. I Servizi Sociali affidano la ragazza al padre, in Inghilterra. Mori conosce a malapena il genitore che pensa bene di delegarne l'educazione al severo college di Arlinghurst. Qui, emarginata e sola, la ragazza riprenderà la frequentazione dei suoi amici spiriti, gli unici che sembrano accettarla e apprezzarla per quel che è. Ma il contatto con le creature fatate risollecita su Mori l’attenzione della madre, spingendo Mori verso quella resa dei conti che non è più procrastinabile.
Edizioni Gargoyle. €18,00. 14 novembre


La piccola mercante di sogni
Maxence Fermine
Malo ha undici anni e due genitori ricchi e distratti, con cui vive a Parigi, noiosamente, in mezzo al benessere. Il giorno del suo compleanno la madre gli organizza una festa lussuosa e lo ficca in taxi per farcelo andare da solo ma il taxi, sul Pont Neuf, viene urtato da un bus e finisce nella Senna. Il tassista riemerge, mentre Malo viene dato per disperso. In realtà, Malo ha trovato una botola in fondo al fiume, l'ha aperta ed è entrato in un mondo parallelo, dove incontra alberi che starnutiscono, gatti che parlano, ombre che rassicurano e una venditrice di sogni (belli) in bottiglia. Sono proprio i sogni però a mettere alle strette Malo: per comprarne qualcuno, il ragazzino si ritrova vittima del ricatto di un alchimista cattivo, che lo minaccia di farlo restare per sempre nel mondo delle ombre, al suo servizio. Per fortuna, Malo saprà come cavarsela - risvegliandosi in un mondo reale in cui il sottosuolo è solo un ricordo.
Edizioni Bompiani. €12,00. 20 novembre


Per dieci minuti
Chiara Gamberale
Dieci minuti al giorno. Tutti i giorni. Per un mese. Dieci minuti per fare una cosa nuova, mai fatta prima. Dieci minuti fuori dai soliti schemi. Per smettere di avere paura. E tornare a vivere. Tutto quello con cui Chiara era abituata a identificare la sua vita non esiste più. Perché, a volte, capita. Capita che il tuo compagno di sempre ti abbandoni. Che tu debba lasciare la casa in cui sei cresciuto. Che il tuo lavoro venga affidato a un altro. Che cosa si fa, allora? Rudolf Steiner non ha dubbi: si gioca. Chiara non ha niente da perdere, e ci prova. Per un mese intero, ogni giorno, per almeno dieci minuti, decide di fare una cosa nuova, mai fatta prima. Lei che è incapace anche solo di avvicinarsi ai fornelli, cucina dei pancake, cammina di spalle per la città, balla l’hip-hop, ascolta i problemi di sua madre, consegna il cellulare a uno sconosciuto. Di dieci minuti in dieci minuti, arriva così ad accogliere realtà che non avrebbe mai immaginato e che la porteranno a scelte sorprendenti. Da cui ricominciare. Con la profonda originalità che la contraddistingue, Chiara Gamberale racconta quanto il cambiamento sia spaventoso, ma necessario. E dimostra come, un minuto per volta, sia possibile tornare a vivere.
Edizioni Feltrinelli. €16,00. 20 novembre

Killoyle 
Roger Boylan
A Killoyle scorre placido il tempo intorno alla Spudorgan Hall, il locale albergo abbarbicato a guardia di una piccola comunità che divide pigramente l'esistenza tra il pub e la chiesa, in cerca del conforto di una pinta o dell'assoluzione. E mentre Milo Rogers, arruffato sognatore e sedicente poeta, arranca nell'incertezza economica e sentimentale, Kathy Hickman affronta la sua vedovanza tra fugaci consolazioni e foschi documentari in tv. All'ombra delle guglie di Sant'Oinsias, invece, padre Doyle affoga nel whiskey la nostalgia per gli anni verdi del noviziato a Roma, ignaro delle abitudini del suo parrocchiano Wolfetone Grey, che di giorno conversa appassionatamente con Dio e di notte fa telefonate anonime ai suoi concittadini. Ma quando il sordido Tom Maher insidia le certezze di Emmet Power, amministratore della Spudorgan Hall, la tranquilla routine di Killoyle sembra fatalmente destinata a infrangersi. Con questo brillante romanzo, Roger Boylan compendia con piglio svagato la caleidoscopica vicenda politica, culturale e religiosa irlandese, anche grazie a un controcanto di postille giocose, digressioni e commenti sarcastici. Pagine in cui si celebra la tradizione letteraria che va da Swift a Beckett, passando per il surreale virtuosismo di Flann O'Brien, e che ci regalano un'opera traboccante di humour, con una variopinta rassegna di caratteri iperbolici e burleschi.
Edizioni Nutrimenti. €16,00. 20 novembre


Le vite impossibili di Greta Walls
Andrew Sean Greer
Cover non definitiva
1985. Dopo la morte dell'amato gemello, Felix, e la rottura con il suo amante di sempre, Nathan, Greta Wells inizia un trattamento psichiatrico per alleviare la propria depressione. Ma la terapia ha un inatteso effetto collaterale: e Greta viene infatti trasportata nelle vite che avrebbe potuto avere se fosse nata nel passato. Durante il trattamento Greta passa così dagli anni Ottanta al 1918, in cui è un'adultera bohemién, e al 1941, in cui invece è una moglie e madre devota. Le tre esistenze di Greta, separate dal tempo e dalle diverse consuetudini sociali, vivono però le stesse tensioni familiari e scelte difficili, e con molte somiglianze. Ogni realtà ha le sue perdite e le sue ricompense: cosa accadrà quando Greta dovrà scegliere quale vita vivere? Quale sarà la via da preferire?
Edizioni Bompiani. €18,00. 20 novembre


Strane avventure di Sherlock Holmes in Giappone
Dale Furutani
Strani questi stranieri che si lavano poco, mangiano il loro dio per adorarlo e non sanno nascondere le emozioni. Più strano di tutti quest'uomo allampanato che il dottor Watanabe ha accolto in casa sua: si spaccia per un esploratore norvegese, ma ha l'accento inconfondibile di Londra e il desiderio febbrile di indagare. Anche una cittadina sonnacchiosa come Karuizawa ha la sua dose di sangue e disavventure, e a un medico, se è un buon medico, tutti chiedono consiglio. Voci sinistre nel buio che fanno impazzire un uomo, progetti navali trafugati, un missionario che precipita nel vuoto: per essere ospitale sino in fondo, il dottor Watanabe offre al suo ospite i misteri che approdano al suo ambulatorio. Non sa che lo spilungone in grado di stupire tutti con le sue deduzioni è il grande Sherlock Holmes, in incognito in Giappone per sfuggire al suo peggior nemico. Non lo sa, ma è fiero di fargli da interprete di lingua e cultura giapponese, e di assisterlo con il suo buon senso. Di caso in caso l'alleanza si stringe e dalla stima nasce un'amicizia. Finché, vincendo il tipico riserbo giapponese, il dottor Watanabe apre il suo cuore al forestiero e gli svela una ferita mai sanata. Risolvendo l'ultimo mistero, sarà Sherlock Holmes il buon medico che guarisce l'amico dalle ombre del passato.
Edizioni Marcos y Marcos. €15,00. 21 novembre


Emma di Jane Austen. Le grandi opere a fumetti
Nancy Butler e Janet Lee
Terzo appuntamento con Jane Austen, che con arguzia e raffinatezza ci parla ancora d’amore. Emma si dedica a combinare matrimoni convinta che il cuore degli altri per lei non abbia segreti, ma in realtà il primo che non conosce è proprio il suo…
Edizioni Panini Comics. €15,00. 30 novembre










24 commenti:

  1. Quello del "Curarsi con i libri" lo vorrei tanto anch'io. Speriamo che mantenga le aspettative!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dalla "sfogliata" che gli ho dato in libreria mi sono assolutamente convinta che devo averlo. È bello cicciotto e pieno pieno di malanni di tutti i tipi, che mi vien voglia di soffrire di ognuno di quelli per potermi poi curare a dovere :D

      Elimina
  2. Mi sono innamorata della piccola mercante di sogni *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'edizione originale (francese) è anche illustrata, non so se pure quella italiana, e le illustrazioni, cover compresa che è la stessa anche per la nostra edizione, vengono da un concorso fatto dalla casa editrice francese. Lo trovo un vero gioiellino in tutto!

      Elimina
    2. Che meraviglia! Concordo, l'idea di partenza è veramente deliziosa! Sono curiosa e credo di comprarlo...

      Elimina
  3. Mi hai illuminato la giornata informandomi dell'uscita del terzo volume de L'amica geniale!! Speriamo sia un finale degno dei precedenti capitoli.
    Poi come al solito consigli davvero tanti bei libri, è un piacere leggeri :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io che devo ancora prendere il secondo... sti due libri insieme costano una cifra, la EO tra un po' dovrebbe riunirli tutti e 3 in una bella raccolta, possibilmente economica :)
      Grazie ^_^

      Elimina
  4. Vanessa e Virginia... lo voglio! *-*
    meno male che volevo calmarmi con gli acquisti (ho già sperperato), ma come si fa?!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come si fa? Non si fa.
      Non c'è risposta soddisfacente al quesito, ma solo la via dello sperpero, povere noi

      Elimina
  5. Fai bene a leggere tutta la trilogia della Ferrante in solo colpo. Ti dico che il secondo è più bello del primo e non oso immaginare il terzo. È una lettura appagante. Almeno per me.
    C'è anche Fermine!?! Giusto stamattina ho ricevuto un sms di questa uscita.
    Comunque trovo in questo spazio tante novità che non riesco a recuperare da nessuna parte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, da adesso in poi inizia la missione Ferrante: recuperare secondo e terzo volume e il prima possibile dedicarsi alla lettura di tutti e tre (ok, mi sa che la missione si compirà nel 2014, lo so)
      Io di Fermine non ho mai letto nulla, non lo conoscevo affatto, consigli qualcosa?
      Quanto alle novità che inserisco, io me le segno nel tempo, in un file mese per mese. Che aggiorno ogni volta che ne scopro una nuova. A volte capita sulle pagine fb delle varie case editrici, a volte sui siti a volte boh! Perciò a volte sono notizie vecchissime che rispolvero per l'occasione... per dicembre, invece, ho poco e niente: forse le case editrici puntano a spacciare per regali adatti per il natale i libri pubblicati durante tutto l'anno trascorso? chissà.
      o sarà che usciranno solo cavolate, come ogni dicembre!

      Elimina
  6. La piccola mercante di sogni sembra fantastico ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo e sono curiosa di scoprire se è anche illustrato come la versione francese. E poi non costa neanche tanto, perciò è perfetto!

      Elimina
  7. Che carine queste uscite!
    Curarsi con i libri non mi convince. Cioè non ho dubbi sul potere curativo dei libri ma penso che debbano essere loro a trovarmi, se li cercassi io seguendo una guida non sarebbe la stessa cosa.... Però può essere una lettura interessante, ci farò un pensierino.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono convinta che i libri suggeriti possano davvero curare i malanni (malanni ovviamente più mentali che fisici, eh) ma mi piace molto l'idea. E mi piace scoprire quali libri vengono consigliati e perché. Poi dopo averlo sfogliato non ho potuto non volerlo!

      Elimina
  8. A mio parere tutte bellissime anteprime o proposte di lettura. Quella che mi attraei di più è sicuramente la Gamberale, sembra aver fatto parecchio scalpore :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mannaggia, io mi devo decidere a leggere qualcosa della Gamberale. Non so perché non mi ci butto mai, eppure ho un po' di suoi libri a casa. Perciò non posso prendere anche questo senza aver prima letto quelli :)
      Aspetterò prima i pareri del web ;)

      Elimina
  9. Che bella la copertina de "L'eco delle città vuote"... Avevo adocchiato un libro dalla copertina molto simile ma ne ho perso le tracce...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, la 66thand2nd fa spesso copertine diverse tra loro, ma c'è una sua collana (la collana Bazar) che ha cover tutte simili a questa (e tutte belle come questa). Prova a darci un'occhiata: http://www.66thand2nd.com/libri/4-bazar.asp

      Elimina
  10. Insomma, ho già deciso cosa comprarmi per Natale... O meglio, ho deciso tra cosa devo scegliere xD Li vorrei praticamente tutti. Argh! Vanessa e Virginia, Curarsi con i libri, Istituto di bellezza Margaret Thatcher... Ah, maledetti soldi mancanti! Rovinano sempre tutto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E fino a Natale se ne aggiungeranno chissà quanti altri!

      Elimina
    2. Noooo, non ricordarmelo! xD

      Elimina
  11. Curarsi con i libri, lo voglio! anche io l'ho visto in libreria ma non l'ho preso. devo rimediare!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io l'ho ricevuto in regalo e divorato in men che non si dica. È una di quelle chicche che un lettore vuole avere, anche se a volte alcuni rimedi non lo soddisfano del tutto. Bisogna averlo, sì!

      Elimina