martedì 5 febbraio 2013

Fantasia d'inchiostro: Il pianeta di Standish e Segreti e Bugie

Image and video hosting by TinyPic


Due romanzi per Fantasia d'inchiostro. 
Entrambi pubblicati da Feltrinelli nella collana Kids, entrambi scritti da autrici donne, entrambi con protagonisti dei ragazzini. Le somiglianze si fermano qui. Il pianeta di Standish ha una portata più ampia e universale: non è solo la storia di un ragazzino alle prese con i problemi della sua età. E' la storia di un'intera popolazione alle prese con un regime totalitario, è la storia di una lotta per la libertà. Standish è uno solo, ma la sua esperienza è quella di tutti coloro che vivono la stessa difficile situazione. Un romanzo profondo e riflessivo. 
Segreti e bugie ha invece le caratteristiche di un romanzo per adolescenti e preadolescenti: leggero, ironico, piacevole. L'unico nemico dei protagonisti è la loro paura di essere se stessi, la loro paura di essere veri. Segreti e bugie è la storia di una maturazione, della necessità di crescere e di imparare ad accettare se stessi e la realtà. 

Il pianeta di Standish
di Sally Gardner

Trama:
Standish ha quindici anni ma parla con l'ingenuità e la purezza di un bambino di dieci. Standish e il suo unico amico, Hector, vivono nella Zona Sette, dove la Madrepatria tiene segregati i dissidenti, gli avversari politici e gli impuri. La zona è popolata di informatori, mancano i generi di prima necessità ed è bandito l'uso di radio e televisione. L'unica eccezione a questo isolamento sarà la grande diretta sull'evento che cambierà il corso della storia: giovedì 19 luglio 1956 verrà lanciato il vettore diretto sulla Luna e per la Madrepatria inizierà una nuova era. Ma i due ragazzi scoprono, per caso, che l'allunaggio è solo una farsa organizzata dal regime e si uniscono a un piccolo gruppo di ribelli. Quando Hector scompare, rapito dal regime, Standish decide di affrontare da solo un'eroica missione di boicottaggio, per ritrovare l'amico e realizzare il proprio sogno di libertà. Un romanzo forte e struggente, in cui la voce limpida del giovane protagonista ci attira nel suo mondo, fatto di angoscia e buio, ma anche degli infiniti spazi del sogno e dell'immaginazione, e come una luce ci guida sino al finale, abbagliante e liberatorio. Età di lettura: da 13 anni. 

L'autrice
Definita dal “Sunday Times” “un genio eccentrico”, Sally Gardner è una pluripremiata autrice inglese: i suoi libri hanno venduto oltre un milione e mezzo di copie in Inghilterra e sono stati tradotti in ventidue lingue. Dislessica, come il protagonista di questo romanzo (a quattordici anni non sapeva ancora né leggere né scrivere), sostiene con convinzione che la dislessia non sia una disabilità, ma un dono che favorisce la creatività. I diritti di pubblicazione del Pianeta di Standish sono stati acquistati anche in Germania, Francia, Israele, Stati Uniti e Spagna.
Sito dell'autrice: http://www.sallygardner.net/

Recensione:
Il pianeta di Standish: un libro che puoi iniziare a giudicare dalla copertina: sullo sfondo l'universo e due pianeti, in primo piano metà volto di un bambino. Dagli occhi azzurri. La Feltrinelli ha fatto un lavoro davvero ottimo con questa cover, che termina nell'aletta piegata all'interno: se la si apre, ci apparirà l'intero volto del bambino, che di occhi azzurri ne ha solo uno. L'altro è castano e vederli insieme ha un effetto inquietante. Non è la solita cover elaborata per attirare i lettori: lì inizia la storia di Standish, un ragazzino di quindici anni che ne dimostra molti meno. Agli occhi di tutti appare ancora un bambino. Agli occhi degli insegnanti, poi, appare un bambino che non ha voglia di studiare o che non ha le capacità per capire. Agli occhi dei compagni di scuola, Standish è il diverso, quello che i bulli si divertono a trattar male. In realtà il nostro protagonista è semplicemente dislessico, ma la sua dislessia non è compresa o affrontata in alcun modo da chi di dovere. Fin qua potrebbe sembrare una storia abbastanza tranquilla e regolare di un ragazzino alle prese con le difficoltà della scuola e della sua età. Ma manca l'essenziale: manca lo sfondo, il contesto. E' questo il vero protagonista. Standish vive in un regime totalitario in cui i dissidenti sono relegati, o meglio segregati, in una zona comune e costantemente tenuti sotto controllo. Vive solo col nonno, dopo che i genitori sono stati portati via. Ha un solo amico, Hector, la cui scomparsa decreterà il precipitare della situazione. Standish vuole ritrovare l'amico e vuole smascherare la falsità del regime, a costo della propria vita.
Ambientato in un passato alternativo (siamo negli anni '50), il romanzo sembra presentare le caratteristiche di un romanzo storico in senso lato (con riferimenti al regime nazista) o forse, più semplicemente, le caratteristiche di un genere tanto di moda ora, il distopico.
Composto da capitoli brevi e da una narrazione che scorre velocemente, il romanzo si legge nell'arco di un paio d'ore. Perfetta come lettura per i ragazzini, che potranno non solo appassionarsi all'avventura di Standish, ma comprendere facilmente le difficoltà di un mondo senza libertà e la necessità di lottare per essa. Ottima lettura anche per chi non è più un bambino: semplice ma profonda, tocca argomenti importanti e sempre attuali.
Interessante l'ibook che la casa editrice inglese, la Hot Key Books, ha pubblicato: un libro interattivo in cui le parole si mescolano tra loro e si dispongono nell'ordine in cui una persona dislessica le vede. (dateci uno sguardo: Maggot moon)

Titolo: Il pianeta di Standish
Titolo originale: Maggot Moon
Autore: Sally Gardner
Traduttore: Delfina Vezzoli
Editore: Feltrinelli
Pagine: 208
Isbn: 9788807921957
Prezzo: €13,00
Valutazione: 3 stelline
Data di pubblicazione:23 gennaio 2013


Segreti e bugie
di Rebecca Stead

Trama:
Georges deve cambiare casa: il padre è stato licenziato dallo studio di architettura e la madre è sempre assente perché lavora in ospedale. Nel nuovo condominio Georges fa amicizia con Safer, un ragazzino della sua età che ha due fratelli, la più piccola Candy e Pigion, un inquieto adolescente. Come loro, anche Safer non frequenta la scuola ma studia a casa. Safer "assolda" Georges come aiuto-spia per tenere d'occhio un misterioso vicino sempre vestito di nero che entra ed esce da casa con pesanti valigie in un modo che sembra particolarmente sospetto. Ma, a differenza dei film di Hitchcock, in questo caso non c'è nessun crimine e alla fine tutto si rivelerà un gioco inscenato da Safer che porterà Georges a riflettere su verità e menzogne, facendo emergere segreti e bugie taciuti anche all'interno della propria famiglia. In questo romanzo, Rebecca Stead dimostra grande sensibilità nel delineare una realtà perfettamente coerente e credibile, in cui il lettore si identifica, salvo poi ribaltarne tutti i punti fermi e svelare una verità dei fatti radicalmente diversa, con un capovolgimento sorprendente in cui emergono le fragilità e le motivazioni profonde dei giovani protagonisti. Età di lettura: da 13 anni.

L'autrice:
Rebecca Stead è nata e vive a New York. Con il suo romanzo When You Reach Me, pubblicato da Feltrinelli Kids con il titolo Quando mi troverai, ha vinto nel 2010 il più importante premio di letteratura per ragazzi negli Stati Uniti: la Newbery Medal.


Recensione:
Una cover del genere è stata probabilmente realizzata per attirare i lettori più giovani. Non è affascinante come la maggior parte delle copertine che vediamo in giro oggi, non attira immediatamente l'attenzione. E' una di quelle che le passi accanto, la guardi e procedi oltre, senza dare uno sguardo alla trama. Se però il lettore meno pigro solleverà il libro, gli basterà voltarlo per leggere la quarta ed esserne incuriosito: "La vita è un milione di puntini diversi che insieme compongono un quadro gigantesco e può essere che il grande quadro sia carino oppure straordinario. Ma se stai con la faccia schiacciata contro un mucchio di puntini, è veramente difficile dirlo".
La teoria dei puntini, è così che preferisco definire quel movimento artistico (il puntinismo) che si sviluppò verso la fine dell'ottocento in Francia e che aveva tra i suoi maggiori esponenti Georges Seurat.
Georges è il nome del nostro protagonista, in onore al grande pittore; nella sua casa è appesa una riproduzione di un quadro di Seurat. Perché la vita è un insieme di puntini, basta saperli guardare (anche il grande Steve Jobs ce l'ha insegnato...).
Il romanzo ruota intorno a Georges, alle prese con un trasloco, con la difficoltà delle nuove amicizie, la voglia di fidarsi e la necessità di mentire. Il lettore può accostarsi al romanzo della Stead con due diversi approcci: può scegliere di leggere una storia divertente e spassosa che lo intratterrà piacevolmente per qualche ora, grazie alla sua ironia, ai personaggi originali e strampalati, alle indagini tanto assurde quanto serie; oppure potrà preferire una lettura più profonda, allontanandosi di qualche passo per osservare meglio quel che accade e scoprire che l'ironia nasconde la paura, che le bugie sono un modo per non affrontare la verità, che la realtà ha bisogno di tanto coraggio. Un romanzo per adolescenti spensierato e toccante al tempo stesso: di storie così ce n'è sempre bisogno.

Titolo: Segreti e Bugie
Titolo originale: Liar & Spy
Autore: Rebecca Stead
Traduttore: Anna Patrucco Becchi
Editore: Feltrinelli
Pagine: 192
Isbn: 9788807921995
Prezzo: €13,00
Valutazione: 3 stelline
Data di pubblicazione: 9 gennaio 2013

10 commenti:

  1. A volte i cosiddetti "libri per ragazzi" soddisfano ugualmente gli adulti: magari è solo necessario saper usare la fantasia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono fissatissima con i libri per ragazzi: è lì che tutto comincia! la passione per la lettura, la capacità di sognare, l'immedesimazione... I libri per ragazzi creano un nuovo mondo :)

      Elimina
    2. Hai perfettamente ragione!
      In quest'ottica ti consiglierei (se già non li conosci) alcuni romanzi per ragazzi che possono davvero far gola anche agli adulti:
      - "Gli occhi del Drago" di Stephen King (vecchiotto, ma sempre bello)
      - "Le porte dell'Inferno si sono aperte(attenti al gradino...) e "The Infernals" di John Connolly, i primi due volumi della saga dedicata a Samuel Johnson, un ragazzino che vive con il suo bassotto Boswell nell'immaginaria cittadina inglese di Biddlecombe e che si trova a più riprese a combattere contro i Demoni che vogliono invadere la Terra.
      John Connolly non è conosciutissimo in Italia, e infatti il secondo dei libri che ti ho citato da noi è ancora inedito; a me però piace molto: ha uno stile di scrittura fantastico.

      Elimina
    3. Grazie Lady!
      non conoscevo questi titoli, ma li segno e li metto in wish...
      di Connolly ho letto un romanzo anni fa, Il libro delle cose perdute, ma non mi entusiasmò troppo. gli darò un'altra chance coi tuoi titoli ;)

      Elimina
    4. Peccato che non ti sia piaciuto "Il libro delle cose perdute"! Io l'ho trovato molto bello, una sorta di "Alice in Wonderland" in versione bellica (ed ovviamente, con un protagonista maschile).
      John Connolly, a dire il vero, è famoso soprattutto per il suo ciclo thriller-soprannaturale, avente come protagonista il detective Charlie Parker: ormai comprende più di dieci romanzi, anche se non tutti sono editi in Italia. Lì dà il meglio di sé, riuscendo a coniugare la crudeltà con la poesia.
      Ma anche negli altri romanzi, quelli per ragazzi, secondo me non è male: riesce ad essere divertenete e insieme "didattico". Non ho idea di come possa recepirlo un lettore più giovane, ma a me (che proprio giovane non sono...) piace tanto.

      Elimina
    5. Ho vaghi ricordi de Libro delle cose perdute. Letto tanti anni fa e mi sa che avevo aspettative diverse rispetto alla storia che lessi... e mi sa anche che mi sembrò un mix di storie già lette, ma come dicevo, non lo ricordo bene.
      Però voglio provare a leggerne qualche altro per curiosità :)

      Elimina
  2. Il primo l'ho scoperto giusto qualche giorno fa, lo voglio!! *_*
    Anche il secondo, però, non sembra male :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse tra i due preferisco di più il secondo... ma non ne sono sicurissima!

      Elimina