martedì 5 giugno 2012

Recensione in Anteprima: Il potere del numero sei di Lore Pittacus

The Power of Six

Trama:
Siamo arrivati in nove, ma abbiamo subito dovuto separarci per far perdere le nostre tracce. Perciò ci siamo nascosti, in attesa di sviluppare i poteri di cui disponiamo. Io ho trovato rifugio nell’orfanotrofio di Santa Teresa, in Spagna. Settimana dopo settimana, ho cercato di fare amicizia con le altre ragazze, ma erano troppo diverse da me. Avrei dato qualsiasi cosa pur di riabbracciare gli altri otto, sebbene sapessi che era impossibile. Poi è apparsa la prima cicatrice. Ho capito subito cosa significava: loro avevano ucciso il Numero Uno. E, nel giro di pochissimi giorni, ecco altre due cicatrici: anche Numero Due e Numero Tre erano stati eliminati. Ormai aspettavo la notizia della morte di Numero Quattro… invece all’improvviso è cambiato tutto. In televisione hanno mostrato le immagini di un paesino degli Stati Uniti, Paradise, colpito da un attentato terroristico. Il colpevole, secondo i media, è un ragazzo della mia età: John Smith. Ma sono certa che non è così… Lui è il Numero Quattro e adesso è in grave pericolo. Non posso più restare in disparte. È giunto il momento per cui mi preparo da tutta la vita. Io sono il Numero Sette. E sono pronta a entrare in azione.

L'autore:
Pittacus Lore è il capo degli Antenati, gli anziani che governavano il pianeta Lorien prima della sua distruzione. Vive sulla Terra da dodici anni, preparandosi per la guerra che deciderà il destino dei Nove e, con loro, quello dell’intera umanità. Nessuno sa dove viva.
(Dietro il fantomatico Lore Pittacus in realtà si nascondono James Frey e Jobie Hughes)

Recensione:
Il potere del numero Sei è il secondo volume della saga young-adult fantascientifica ideata da due autori americani (James Frey e Jobie Hughes) che hanno preferito nascondere la loro identità dietro il fantomatico  capo degli antenati del pianeta Lorien, Lore Pittacus.
Se non ci si è ancora avvicinati ai libri, se ancora non si è letto il primo romanzo (Sono il numero Quattro) né si è vista la versione cinematografica che ne è stata tratta, si verrà sicuramente attratti dalla storia. La trama è interessante, anzi avvincente, e l'idea di affrontare il tema fantascientifico in un romanzo per adolescenti è ben accolta: la fantascienza è una delle grandi assenti degli ultimi anni - forse poco alla moda? - gli alieni non riuscirebbero probabilmente a reggere il confronto con vampiri, fate, angeli e draghi. Ma i nostri due autori in incognito hanno fatto un tentativo, anzi più di uno. La saga, Lorien Legacies, conta tre romanzi (I am number Four, The Power of Six e The Rise of Nine - quest'ultimo verrà pubblicato ad agosto 2012 in America) più un prequel che apparirà probabilmente solo sotto forma di ebook.
La storia in questo secondo volume continua là dove si era interrotta nel primo, aggiungendo stavolta nuovi personaggi. Il famoso numero Quattro, per il mondo John Smith, è in fuga con l'amico - umano - Sam e con il numero Sei, una ragazza che si è aggiunta ai due amici alla fine del primo volume. A far loro compagnia ci sarà il fedele Bernie Kosar, una chimera capace di trasformarsi nell'animale che le fa più comodo. I ragazzi sono in fuga dai Mogadorian, alieni con un solo obiettivo: uccidere tutti i superstiti del pianeta Lorien. I superstiti (nove ragazzi, contrassegnati ognuno da un numero) possono essere uccisi solo in successione numerica. I primi tre ormai sono morti, e ora tocca proprio a John Smith, il numero Quattro. La loro fuga corrisponde anche alla loro necessità di trovare risposte ed alleati nella guerra che presto dovrà svolgersi contro i nemici. Nel frattempo, dall'altra parte del mondo, in Spagna, c'è Marina, il numero Sette. La ragazza vive in un orfanotrofio tenuto dalle suore, e tra queste si è nascosta anche Adelina, sua custode, sua Cepan. Marina è alla ricerca disperata degli altri, e alla ricerca di un modo per fuggire da quel luogo che non l'ha mai accolta ma l'ha fatta sempre sentire inadatta.
Questa la situazione, che si mantiene la stessa tra alti e bassi, per tutta la durata del romanzo. La lettura viene però accelerata da numerose scene di azione, lotte, combattimenti corpo a corpo, fughe miracolose che, pur dando un ritmo alla narrazione, diventano presto abbastanza estranianti. La storia di questo secondo volume avrebbe potuto condensarsi nella metà delle pagine utilizzate senza dover rinunciare a nulla. L'autore non si dilunga certo in descrizioni, tranne quelle dedicate ai combattimenti, o in particolari riflessioni: si ha l'impressione costante che tante pagine siano inutili, che possano essere saltate senza troppi complimenti perché non necessarie ai fini della comprensione della storia. Il superfluo si spreca, ma fortunatamente è un superfluo davvero scorrevole che rende la lettura possibile nel giro di un pomeriggio.
Se il primo volume non mi aveva del tutto convinta, perché aveva dimostrato di essere uno young adult che rispettava tutti gli stereotipi del genere senza indulgere troppo nell'elemento fantascientifico, elemento che rappresentava la vera novità del romanzo, questo non si discosta troppo dal primo, presentando però troppa confusione e l'inconcludenza tipica dei volumi di collegamento. Non c'è nulla di particolarmente rilevante rispetto al primo volume: non vengono fatti passi avanti fondamentali nella storia, né particolari rivelazioni. Probabilmente gli autori hanno pensato di riservare i fuochi d'artificio per il gran finale.
Che, nonostante tutto, mi riservo di leggere. Non sarà una gran storia ma la curiosità ormai è scattata e vuol essere soddisfatta.

Titolo: Il potere del numero Sei
Titolo originale: The Power of Six
Autore: Lore Pittacus
Traduttore: Paolo Scopacasa
Editore: Nord
Pagine: 352
Isbn: 9788842916680
Prezzo: €16,90
Valutazione: 2 stelline
Data di pubblicazione: 7 Giugno 2012

16 commenti:

  1. L'idea fantascientifica di nove ragazzi con dei poteri e con i loro nomi legati a dei numeri mi aveva ispirato, anche se quello che hai scritto mi frena un pò..però come dici tu, forse i colpi di scena migliori sono stati riservati all'ultimo libro! :)

    RispondiElimina
  2. Scusa ma lo hai letto bene il libro? Perchè dici che non ci sono "particolari rivelazioni"?

    Tanto per gradire te ne elenco 5

    Primo: I nove Garde sono destinati a diventare i futuri ANTENATI di Lorien

    Secondo: Si scopre che in realtà le navicelle partite dalla Terra erano due e che i Garde sono Dieci e non Nove

    Terzo: Si scopre che in passato dieci esseri umani si erano messi d'accordo con i Cepan per aiutarli ad addestrare i Garde e che tra questi dieci esseri umani c'era il padre di Sam.

    Quarto: Si scopre che l'incantesimo si è spezzato una volta che tre Garde si sono riuniti

    Quinto: Dall'esperienza di sei si è scoperto che con l'incantesimo, il Garde non in ordine numerico che veniva colpito faceva morire la persona che tentava di farlo.

    e altre rivelazioni importanti come la rivelazione di Setrakus Ra, capo dei Mog, che indossa le tre collane dei tre Garde morti.
    Inoltre si scopre che i Garde possono fare dei sogni che in realtà sono visioni del futuro.

    Mi scuso con gli altri visitatori per alcune rivelazioni che possono guastare la curiosità ma mi è premuto farlo perchè sinceramente mi ha dato un pò fastidio su come hai definito il libro. Una cosa è che non piace a te un' altra è che non lo consigli proprio agli altri sviandoli in tal maniera.

    Ragazzi, leggetelo e leggete anche il primo se non l'avete fatto. Sono fantastici e mi ritrovo d'accordo con tre recensioni fatte da Voya, Justine magazine e Booklist che rispettivamente hanno scritto:

    «Con questo suo secondo romanzo, Pittacus Lore si è superato.
    L’intrigante triangolo che nasce tra John, Sei e Sam
    aggiunge un’appassionante nota romantica alla loro
    fuga mozzafiato.»

    «Un romanzo che vorresti non finisse mai.»

    «Intenso e appassionante…
    L’autore sa bene come tenere il lettore incollato alla pagina..»

    Buon lavoro e buon proseguimento.

    F.R.

    RispondiElimina
  3. ma voi avete capito se è stata shara a consegnare jhon alla polizia???

    RispondiElimina
  4. spero davvero ke non sia stata lei,ke la loro relazione continui e ke 6 si levi dalle palle

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 6 è molto meglio di shara

      Elimina
    2. Concordo!Anche io quoto 6!

      Elimina
  5. 6 è meglio di shara

    RispondiElimina
  6. Concordo con l'anonimo FR, secondo me il libro non manca di colpi di scena e merita più di sole due stelline!
    PS: io ti fo per 6 :)

    RispondiElimina
  7. Il Titolo non c'azzecca con la Storia.
    Questo dimostra quanto le case editrici si interessino della qualità.
    Leggessero prima la storia capendoci... no, vanno tranquilli con la traduzione parola per parola.

    Sono d'accordo sulle 5 e molte altre rivelazioni, Anonimo.

    Buona lettura Garde.

    RispondiElimina
  8. Io aspetto con ansia il terzo capitolo, in italiano, visto che già in America è uscito. In realtà la traduzione è corretta, elias, perchè nella prima parte del libro Sei ci ha dato un assaggio dei suoi poteri. Anche nel combattimento in Spagna con sette, dieci e quello che sarebbe dovuto essere il cepan di dieci(non ricordo, tragicamente, il nome). La critica, a mio avviso, va sollevata contro i produttori del film sono il numero quattro. Hanno raccontato una storia tutta loro. Pur attenendosi al filo generale della trama, hanno trascurato o sviato alcuni dettagli. Per esempio hanno fatto morire Henry a casa di quello del sito mentre invece Henry muore a scuola. Hanno eliminato Mark dal combattimento finale con l'invenzione del volo sulla vetrata. Hanno completamente tralasciato il fatto che quattro abbia il potere di comunicare con gli animali, con hadley in particolare(bernie kosar). Insomma per chi non avesse ancora letto il primo libro, vi consiglio caldamente di farlo. Dimenticate il film perchè non c'entra niente. Il libro è centomila volte più eslatante del film. A limite il film può aiutarci a dare un volto ai personaggi del libro. Ma anche qui avrei da dissentire in quanto Sei nel libro non è bionda ma ha i capelli neri.

    F.R.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a me 6 inizia a starmi un pochino su: ha tt i poteri più potenti... invisibilità, controllare i 4 elementi che seguendo l'eredità (e nn l'Eredità di Lorien, ma quella genetica) sono tt poteri che dovrebbero essere di John. Spero che nei successivi romanzi John li acquisisca e che 8 e 5 si facciano vivi per poi unirsi a gli altri Garde e distruggere quei maledetti Ba****di di Mogdoriani

      Elimina
    2. a me 6 inizia a starmi un pochino su: ha tt i poteri più potenti... invisibilità, controllare i 4 elementi che seguendo l'eredità (e nn l'Eredità di Lorien, ma quella genetica) sono tt poteri che dovrebbero essere di John. Spero che nei successivi romanzi John li acquisisca e che 8 e 5 si facciano vivi per poi unirsi a gli altri Garde e distruggere quei maledetti Ba****di di Mogdoriani

      Elimina
    3. @ F. R.
      Quoto assolutamente con Te.
      I film, lasciateli perdere.

      Elimina
  9. Ma allora è stata sara a consegnarlo alla polizia?non ci ho capito niente!!

    RispondiElimina
  10. Ma uscirà anche al cinema?

    RispondiElimina